“NOR-UDCA”: un possibile nuovo farmaco per la colangite sclerosante primitiva (CSP)

Vi è estrema necessità di trovare una terapia medica efficace per la colangite sclerosante primitiva (CSP). Uno studio multicentrico di fase II, pubblicato nel 2017 su Journal of Hepatology, una delle massime riviste epatologiche mondiali, ha rilevato che una nuova molecola “parente” del più famoso acido ursodesossicolico (UDCA), chiamata acido norursodesossicolico (norUDCA) riduce significativamente i livelli di fosfatasi alcalina (ALP) nell’arco di 12 settimane di terapia.

Il profilo di sicurezza si è dimostrato eccellente, simile al gruppo trattato con placebo.

Alla luce di questi dati promettenti sarà a breve avviato un trial multicentrico internazionale di fase III per la valutazione dell’efficacia su un ampio campione di pazienti.

L’Italia sarà coinvolta tramite i centri di riferimento per le malattie autoimmuni del fegato di Ancona (Prof. Marzioni), Milano (Prof. Lampertico), Monza (Prof. Invernizzi) e Padova (Prof.ssa Floreani).

2018-07-08T07:42:27+00:00